Di Santi, Poeti e Negromanti

Ecco l'antologia di racconti "Di Santi, Poeti e Negromanti". Comprende le novelle "Deinosrestaurant"; "Cover"; "Quantus Tremor"; "Spazio 1699"; "All'Inferno Savoia!"; "A tempo indeterminato" e "L'Infezione": che, di conseguenza, mi vedo obbligato a eliminare dal blog. Prefazione di Davide Mana; editing di Elisa Failli; grafica e impaginazione di Giuseppe Tararà e Antonio D'Achille. Stavolta la strategia è diversa: questa silloge è destinata innanzi tutto a editori interessati al mio lavoro; i lettori dovranno attendere. Incrociate i tentacoli per me.


Alessandro Forlani

sedicente scrittore, è nato negli anni '70 del XVII secolo, si è reincarnato nel XIX, nel XX e millenni a venire. Nerd, negromante e roleplayer e autore "difficile" di racconti fantastici. Di giorno si impaluda da docente universitario e ciacola di sceneggiatura, cinema e scrittura; di notte, che dovrebbe far l’artista, piuttosto guarda film, legge fumetti, ascolta musica barocca, gioca a soldatini e poi va a dormire. Perché crede che sia più sano scrivere in questo modo.

6 commenti:

  1. Tentacoli e altre mostruose appendici incrociate ;)
    In bocca a Chtulu :D

    RispondiElimina
  2. In bocca a cappuccetto rosso ;-)

    RispondiElimina
  3. Molto interessante, Alessandro. Benedetto sia il frutto del tuo seno creativo.

    RispondiElimina
  4. Grazie a tutti! Crepino Cthulhu e Cappuccetto Rosso!

    RispondiElimina
  5. Sto incrociando anche gli occhi, ed è una faticaccia XD

    RispondiElimina

Edited by K.D.. Powered by Blogger.