Capitano Mio Capitano


... e qui finisce la mia quindicinale carriera di docente universitario. Grazie ragazzi!

Comecomecome?! è da pazzi. Io finisco a dicembre con la tesi e scappo a gambe levate. Unanimamente lei era l'unico professore valido e qualificato del corso di multimediale, insieme a pochissimi altri. E questa opinione non la ho io ma l'intero collettivo di studenti, di tutti gli anni, chiunque ha fatto multimediale si ricorda di lei. E non capisco come questo non trapeli ai piani alti, quando dovrebbe essere il più importante motivo di selezione del corpo docente. Comunque, mi dispiace, ma non mi sorprende, e lei, prima toglie il suo nome da un'accademia del genere e meglio è, forse... 



Buongiorno professore, sono venuto a conoscenza parlando con la mia collega degli avvenimenti riguardo la sua cattedra, ci tenevo a dirle che sono molto dispiaciuto poiché credo che lei fosse didatticamente parlando il miglior professore del nostro corso di multimediale. Metodo di insegnamento impeccabile, precisione, puntualità, professionalità e competenza nel trasmettere la passione che lei ha nel riguardo della scrittura e del cinema. Il suo ruolo per il nostro corso di studi è stato anche fondamentale allo scopo di integrare importanti nozioni di regia che purtroppo sono venute a mancare per demerito del professore della cattedra di regia appunto. Le auguro il meglio e la ringrazio per il lavoro che ha fatto per noi studenti, senza dubbio l'accademia senza di lei ha subito una grave perdita a livello di insegnamento e serietà come istituzione.



Ho appena saputo. Vergognoso. 



Buongiorno Professore. Sono un suo allievo di Progettazione e Drammaturgia. Credo che lei è uno dei pochi professori veramente qualificati all'interno dell'accademia e che abbia richiesto un VERO impegno da parte dei propri studenti, cosa che altri professori non danno molta importanza. Ho faticato molto insieme agli altri miei colleghi per realizzare la web serie. i ha fornito tanta esperienza sull'argomento, soprattutto nel lavoro di gruppo e sono sicuro che questo mi ha formato molto nella mia formazione. I suoi esami per me sono una vera sfida. Sono stato veramente soddisfatto di un trenta in Progettazione multimediale che di altri che ho acquisito in questo triennio, perché quel voto ha richiesto un vero impegno per ottenerlo. Ho altri voti altri nel mio libretto universitario ma non hanno lo stesso valore, perché diciamo la verità, altri esami rispetto ai suoi sono una vera e propria barzelletta. Sto preparando il suo esame di drammaturgia per dicembre. Sì, sono uno dei tanti che si presenta nell'ultima sessione prima della tesi in una speranza di almeno un misero diciotto per concludere gli esami. Mi dispiacerebbe farmi valutare da un altro professore che non sia lei, perché sarebbe come barare e ingiusto verso i miei colleghi che si sono impegnati tanto per la sua materia. Preferirei prendere un voto basso da lei che un voto discreto da un tizio qualunque. Non so che altro dirle, spero vivamente di vederla o per l'esame o in un altro contesto, perché è stato un grande elemento di formazione per il mio percorso artistico ed è raro conoscere un professore come lei (e diciamocelo, dove potrò trovare un altro professore fan dell’universo di Warhammer 40k?).



9 in punto. Spontaneo silenzio in aula. Sguardo attento e mano alla penna. Si comincia. La penna scorre senza fine. Ore 10:30. Scritte 5 pagine a quadretti da 4 mm. Le articolazioni della mano, il polso, l’avambraccio… andati! Cellulare, sblocca schermo, registratore, avvio. Non si può tralasciare neanche una frase, non perché ci sia un cecchino alle spalle, ma per bisogno. Un’enciclopedia umana che gesticola, poggiata alla cattedra. Mi è capitato spesso che ascoltando il Professor Forlani durante le spiegazioni di opere teatrali/film, nella mia mente si sono create delle immagini talmente belle che la mia curiosità di guardare l’opera diventava irrefrenabile. Ed ecco la delusione: dopo la visione, il film mi pareva “brutto”. Personalmente ho frequentato il primo anno del triennio in un’altra Accademia, dove ho seguito le lezioni di Progettazione Multimediale sostenendo l’esame finale senza bisogno di studiare alcunché. Giunta a Macerata, l’esame non mi è stato convalidato. Rabbia. Mercoledì mattina, Prof Forlani, Aula Antonioni. Un’ora dopo ho compreso di essere stata fortunata, come poche volte nella mia vita. Le lezioni che mi hanno permesso di fare le prime conoscenze e i primi litigi, di comprendere la realtà del lavoro di gruppo, il funzionamento del mondo del lavoro e del mondo in generale. Un Professore che, in un periodo particolare di crescita, quale l’Università, mi ha segnato. Il Professore che ricorderò a distanza di anni, non perché ho dovuto ripetere l’esame 30 volte o perché aveva un particolare fisico che resta a mente, ma per quanto è stato fonte di ricchezza. Considerando il livello generale dei professori dell’Accademia, Forlani è stato il Professore per cui è valsa la pena aver pagato 1500 euro di tasse l’anno.



Una mia compagna mi ha informato dei fatti accaduti. Mi dispiace per lei per come sono andate le cose ma ancor di più mi dispiace per tutti quei ragazzi che non avranno il piacere di confrontarsi con un professore come lei. Ho sempre apprezzato la sua professionalità, la passione che mette nel suo lavoro e la sua umanità; come quando durante un suo esame ha rinunciato alla pausa pranzo per farmi entrare data la mia visibile ansia. La ringrazio per avermi trasmesso la curiosità per cose che altrimenti forse neanche avrei scoperto, ma soprattutto per avermi lasciato qualcosa. Le auguro il meglio.

Alessandro Forlani

sedicente scrittore, è nato negli anni '70 del XVII secolo, si è reincarnato nel XIX, nel XX e millenni a venire. Nerd, negromante, roleplayer e autore "difficile" di racconti fantastici. Di giorno si impaluda da docente universitario e ciacola di sceneggiatura, cinema e scrittura; di notte, che dovrebbe far l’artista, piuttosto guarda film, legge fumetti, ascolta musica barocca, gioca a soldatini e poi va a dormire. Perché crede che sia più sano scrivere in questo modo.

2 commenti:

  1. Beh, ricevere messaggi del genere dai propri studenti direi che (in termini di soddisfazione personale) vale più che ricevere la nomina di rettore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "E che m'importa d'essere vinto nello spazio se sono destinato a vincere nel tempo?" (G. D'Annunzio)

      Elimina

Edited by K.D.. Powered by Blogger.