Boomstick Award 2015!

Scopro oggi, immensamente onorato, di aver ricevuto dal blogger Zeno Saracino l'ormai web-leggendario Boomstick Award! Un trofeo da filibusta della rete inventato e promosso da Germano "Hell" Greco.


Cos’è il Boomstick? È il bastone di tuono di Ash ne L’Armata delle Tenebre. Una doppietta Remington, canne d’acciaio blu cobalto, grilletto sensibilissimo. Magazzini S-Mart, i migliori d’America.
Perché un Boomstick?
Perché il blog è il nostro Bastone di Tuono!

Come si assegna il Boomstick?
Niente di più facile: dal momento che in giro è un florilegio di premi zuccherosi per finti buoni (o buonisti) & diplomatici, il Boomstick Award viene assegnato non per meriti, ma per pretestiO scuse, se preferite. Nessuna ipocrisia, dunque. E ricordate, il Boomstick non ha alcun valore, eccetto quello che voi attribuite a esso.

Per conferirlo, è assolutamente necessario seguire queste semplici e inviolabili regole:
1 – i premiati sono 7. Non uno di più, non uno di meno. Non sono previste menzioni d’onore
2 – i post con cui viene presentato il premio non devono contenere giustificazioni di sorta da parte del premiante riservate agli esclusi a mo’ di consolazione
3 – i premi vanno motivati. Non occorre una tesi di laurea. È sufficiente addurre un pretesto
4 – è vietato riscrivere le regole. Dovete limitarvi a copiarle, così come io le ho concepite
Riporto, di seguito, la lusinghiera motivazione del mio secondo (!!) Boomstick:

"Seguo la scrittura di Forlani dai tempi di Forum Gw Tilea, quando quel forum era ancora un luogo vagamente civile. Il Grande Avvilente è una miniera di racconti, work in progress e disegni da far contento il Bosch che è in noi. Dopo un po' che lo leggerete, il vostro vocabolario personale s'allargherà di almeno una cinquantina di nuovi e meravigliosamente desueti vocaboli..."

Ed ecco, a mia volta, i magnifici sette cui consegno il trofeo:

Rivangare il Futuro: il blog dell'ingegnere, spaccanavi e scrittore Lorenzo Davia: che si occupa se ne ha voglia di fate stronze, maschere antigas o design di astronavi... e scopri che sta postando dal circolo polare artico!

Realm of Chaos '80: che mette in chiaro alle frotte di bimbiminkia che una volta Warhammer era davvero uno splendido hobby; e se ancora a 40 anni ci giochi devi avere quegli ottimi motivi.

Studi Lovecraftiani: perché Chtulhu è una fede, e Shoggoth chi non crede!

Obbrobrio: il blog di Alessandro Cassano, eroico e irriducibile combattente contro le oscure forze della pessima editoria. Prima o poi pretenderò una t-shirt rossa con stampata la sua faccia giustamente indignata, tipo quella del Che Guevara...

Fascetta Nera: che mi ha fatto trasecolare che il contenuto di certe pagine è nulla in confronto agli slogan orripilanti con cui sono fasciati i best seller degli ultimi, warholiani, quindici minuti!

Universal Robots: perché Silvia Milani ha capito tutto di robot: anche (e soprattutto) ciò che ancora non ha scritto e scriverà.

Convivio Amoris: perché Alessio Montagner, gentiluomo d'altri tempi, scrive, si interessa, e crede soprattutto nella nostra possibile Letteratura come ormai non ci crede più nessuno: eccetto - ma non hanno manco loro il coraggio di confessarlo... - quegli illusi di scrittori.

"Dacci un po' di zucchero, baby!"






Alessandro Forlani

sedicente scrittore, è nato negli anni '70 del XVII secolo, si è reincarnato nel XIX, nel XX e millenni a venire. Nerd, negromante e roleplayer e autore "difficile" di racconti fantastici. Di giorno si impaluda da docente universitario e ciacola di sceneggiatura, cinema e scrittura; di notte, che dovrebbe far l’artista, piuttosto guarda film, legge fumetti, ascolta musica barocca, gioca a soldatini e poi va a dormire. Perché crede che sia più sano scrivere in questo modo.

2 commenti:

  1. Ti sto conoscendo grazie a Coscienza, sarà un piacere visitarti ogni volta!

    RispondiElimina

Edited by K.D.. Powered by Blogger.