Laboratorio

/
11 Commenti
Inauguro con questo post una nuova etichetta del blog: Laboratorio. L’etichetta comprenderà work in progress, concept, appunti, “l’officina dello scrittore”: soprattutto certi schizzi abominevoli che - nei vari viaggi in treno, nelle attese dei treni in ritardo - mi servono a visualizzare gli oggetti, i luoghi, i mezzi dei miei racconti. Sono uno scribacchino, non sono un illustratore! Se cercate degne immagini di Tristano; di Qui si va a vapore o si muore; insomma di miei lavori, visitate le gallerie di Alan D’Amico, Andrea Alemanno, Antonio D’Achille ed Elena Cermaria. Qui c’è pattume.

Ecco un vagone dei Treni di Ammit (racconto rimosso dal Grande Avvilente perché in gara al Premio Kataris); interni ed esterno:



Ecco una trischele meccanica per un finale alternativo di Consummatu Intus (racconto in fieri); e il negromante Francesco Giustiniani in forma di demone per All’Inferno, Savoia!



Ecco qualche appunto per il progetto Eleanor Cole: armi ed equipaggiamento dei fanti di marina della Compagnia delle Galassie Orientali (tricaschi, pistole, un’elsa di termosciabola, lanciarazzi, capsule d’atterraggio) e la scialuppa presidenziale di Lodovico Landolfi:




Ecco un astro-galeone vero e proprio (sviluppo del concept della scialuppa presidenziale):


La qualità delle immagini (riprese in webcam) testimonia altresì che sono un pennivendolo, non sono un fotografo!


You may also like

11 commenti:

  1. opere in grande stile, vedo! molto bella quest'idea di far seguire il tuo lavoro passo passo! grazie dell'occasione di vedere uno scrittore all'opera!

    RispondiElimina
  2. Sono stupendi. Un giorno o l'altro si potrebbe pensare ad un'edizione completa dei racconti, con inserto grafico bonus! :D Vado matto per quel tipo di cose!

    RispondiElimina
  3. Magari sapessi disegnare così! Sinceramente, te la dico da perenne imbrattacarte aspirante disegnatore fallito: hai stile, sul serio.

    RispondiElimina
  4. Eeeh, ragazzi!... Magari aveva ragione la prof. di Lettere delle Medie: "Alessandro, tu non scrivi bene. Lascia perdere il Liceo Classico, dammi ascolto, vai a Scuola d'Arte". Me lo ripeteva TUTTI i santi giorni!

    RispondiElimina
  5. la trischele meccanica è molto inquietante O.o
    Chissà quali adorabili macelli può fare con "le braccia che ruotano" ^_^

    RispondiElimina
  6. Ecco, direi che sento forti venti d'invidia penetrarmi il cuore (citazione non colta, ma videoludica): non solo scrivi da dio, ma sai anche disegnare! Ci manca solo tu sappia cucinare manicaretti e giuro t'invado casa! :D

    RispondiElimina
  7. @Zeno: le braccia terminano in una paletta, una spazzola e un martello. Le ho immaginate come automi di servizio per certi lavoretti domestici...

    @Domenico: XD

    @Arcamalion: snocciola subito la citazione, l'ignoranza mi sta uccidendo! Il mio talento culinario si limita a un virtuoso scoperchiamento di scatolette di Simmenthal e Insalatissima... chiedi al mio fegato, lui ne sa qualcosa, purtroppo... :-(

    RispondiElimina
  8. Oh beh, naturalmente si tratta di un RPG per computer:Neverwinter Nights 2 u.u
    E inevitabilmente a pronunciarla è Koraboros, un Diavolo della Fossa.
    Si, sono un fanatico dei legali malvagi, posso farci poco :P

    RispondiElimina
  9. Ho cominciato da poco a frequentare il tuo blog, su consiglio di Arcamalion.
    Mi piace questa idea del laboratorio.
    Con il mio passo (sono un po' una chiocciola) leggerò anche i racconti e gli altri contenuti del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta in questi avvilenti paraggi Valentina. Arcamalion è davvero un malvagio, e il fatto che ti abbia consigliato di leggermi ne è la prova. :-D

      Torna quando vuoi, e se qualcosa non ti piacesse mi raccomando: più che commenti, bottiglie molotov!

      Elimina

Edited by K.D.. Powered by Blogger.