Il cassetto vuoto

Pubblicato Eleanor Cole delle Galassie Orientali e il racconto Sigarette Terrestri; editato e consegnato Un'Insulsa Invasione, ecco quel momento che è terribile per ogni autore: mi ritrovo con l'hard disk vuoto senza un rigo da vendere!

Ho in mente tre racconti di fantascienza dedicati a tematiche che mi pungono da qualche tempo - uno in particolare con tinte horror; gotiche anzi - e le prossime settimane dovrò lavorarci. Tre novelle sull'eccesso di immotivati entusiasmi che, mi pare, stia "drogando" la nostra società; sulla smania di un eroe (nonostante il monito di Brecht) e il parossismo del lifting. Una quarta, probabilmente, sulle "fisse" imbecilli con gli animali da compagnia (sapete il comportamento di certi cani con certa gent... ehm, certa gente con certi cani, voglio dire: che lapsus!). Se i temi vi interessano, presto le leggerete!

Ma ormai ho capito che il pubblico e gli editori pretendono soprattutto le 250 pagine (almeno); "dacce er romanzooo!" insomma: che in genere richiede almeno un anno di lavoro, pur intervallato con i brevi esercizi.

Uhm. D'accordo, d'accordo: mi ci metto di buona lena... Che cos'è questo schiocco tipo frusta?

Nel frattempo, riporto volentieri su queste pagine due piccole contentezze di questi giorni: come ormai ho scritto cento volte, Eleanor Cole è ispirata alla mia top model preferita, Lily Cole. La seguo anche sui social, oltre che al cinema e le riviste di moda, e le ho segnalato l'uscita del romanzo. E... beh, che una modella britannica di fama mondiale, per giunta in dolce attesa, abbia trovato quel paio di secondi per commentare il mio post, mi ha fatto molto piacere:


C'è poi che la rivista "T3", dedicata alle nuove tecnologie, segnala il mio M'rara sul numero di giugno, in edicola, in lieta compagnia del collega Maico Morellini.


Spero si concretizzi il progetto di un'espansione a "Kingsport Festival" di questo mio racconto lovecraftiano: nel frattempo ho scoperto, in un negozio di abbigliamento della mia città, che... M'rara esiste davvero! L'ho incrociato qualche sera fa, e da bravo giocatore de "Il Richiamo di Cthulhu" ho sbagliato il test di sanità mentale. Ma Silvia Milani è stata più salda, l'ha fotografato...  il mondo ha le prove!


Buona estate, cari Lettori.

Alessandro Forlani

sedicente scrittore, è nato negli anni '70 del XVII secolo, si è reincarnato nel XIX, nel XX e millenni a venire. Nerd, negromante e roleplayer e autore "difficile" di racconti fantastici. Di giorno si impaluda da docente universitario e ciacola di sceneggiatura, cinema e scrittura; di notte, che dovrebbe far l’artista, piuttosto guarda film, legge fumetti, ascolta musica barocca, gioca a soldatini e poi va a dormire. Perché crede che sia più sano scrivere in questo modo.

2 commenti:

  1. quando e se comincerà l'estate! ma forse è meglio così, almeno per chi come me lavorerà praticamente sempre! E intanto: congratulazioni per le pubblicazioni! non credo che nella tua mente non giri già un'idea bella e pronta per un lavoro lungo, sarà nascosto dietrio qualche albero, ma ci sarà di sicurò... sgunzaglia qualche gnomo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono più maligni e efficienti i coboldi: gli gnomi tendono a pisolini pomeridiani sotto le fronde :-D grazie!

      Elimina

Edited by K.D.. Powered by Blogger.