Il modellismo come supporto alla narrativa: Macchine Spargipeste

/
6 Commenti
Chi segue questo blog sa che ho l'hobby del wargame. Di recente mi sono dedicato a un ottimo prodotto Games Workshop purtroppo ormai dismesso dalla ditta: Warmaster. Battaglie fra eserciti fantasy, del medesimo universo di Warhammer, ma con un regolamento decisamente più "adulto"; simile per molti aspetti all'illustre Warfare in The Age Of Reason. Scala dei modelli: 10mm.

Colleziono un esercito del Caos (di Nurgle, per essere precisi: il Dio della Peste) e, giocando diverse partite, ho sentito la mancanza di un supporto di Carri. Questi pezzi sono fuori produzione, né sono riuscito a trovarli negli store, o presso i privati, che vendono on-line. Eccoli nella foto:


Non mi sono perso d'animo e ho deciso di costruirli.

Il Caos, nel background di Warhammer, esiste al di fuori del continuum spazio-tempo; dunque è facile che eserciti caotici di mondi medioevali includano ordigni futuribili... e viceversa. Spesso questi ordigni sono in stile steampunk, clockpunk o giù di lì. Quindi, in vece di Carri (impossibile, almeno per me, realizzare dal nulla aurighi e cavalli in scala 10mm!), ho optato per "Macchine Spargipeste di Nurgle" a metà fra betoniere e vecchie locomotive. Le regole che userò per giocarle, ovviamente, saranno le stesse di quelle dei Carri.

L'idea è di veicoli sbuffanti e sferraglianti che diffondo il morbo sui campi di battaglia. Sono partito da un pezzetto di penna-biro cui ho aggiunto le ruote di un modello di carroarmato in scala 1:72 (un "Merkavah" israeliano prodotto dalla Revell). La "ciminiera" è un segmento di cannone d'assalto di un Landspeeder degli Space Marine di Warhammer 40.000. Il portello è una mina tedesca della Seconda Guerra Mondiale, presa da un kit di Pionieri della Wermacht in scala 1:72 (sempre Revell).

Ho aggiunto "macchie" di sabbia impastata con Loctite SuperAttak per simulare i grumi di bubboni e le escrescenze malate: infatti, il potere di Nurgle è tale da infettare anche il metallo, oltre che gli esseri viventi, e le sue macchine sono sempre disgustosi ibridi biomeccanici afflitti da qualche male. Le pietruzze sulla base sono ghiaino da giardinaggio.

Il modello è lungo 3cm e alto altrettanto. Poiché una unità di Warmaster è composta di solito da tre modelli, ecco realizzati i primi due:


Quindi, ho dipinto con colori acrilici il più possibile "steam": marrone per simulare uno scafo di legno - o rivestito di cuoio - metallo ed ottone per il resto delle parti. Un verde sfumato, e macchiato di giallo, mi è servito per le parti corrotte dai bubboni:


Ed ecco l'intera squadra pronta per la battaglia, con tanto di vessillo di Nurgle (la mosca stilizzata) sulla ciminiera della Macchina "di comando" (cui, vedete, ho realizzato un fumaiolo diverso per distinguerla dalle altre: frammenti del cannone del suddetto kit di carroarmato e un heavy- flamer Space Marine segato a metà).


Al di là del wargame... credo proprio le troverete in un prossimo racconto!


You may also like

6 commenti:

  1. Ho fatto di tutto per ingrandire l'immagine e osservare la mosca stilizzata. E' un particolare che mi affascina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bentornata Signora. Il simbolo stilizzato della mosca si riduce in realtà, nell'araldica di Nurgle, a tre semplici cerchi che rappresentano la testa (quello superiore) e le ali (i due inferiori) dell'insetto.

      http://img3.wikia.nocookie.net/__cb20120819232831/es.warhammer40k/images/2/28/Simbolo_nurgle.jpg

      Elimina
  2. Sembrano cattivelli assai. Io ci avrei messo un po' di rosso e qualche teschio (anche se, essendo 10mm...) I truci anni Ottanta scorrono potenti in te. ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I teschi in 10mm mi sono ancor più impossibili da realizzare (in pasta verde o DAS, tipo) che aurighi e cavalli! :-D in quanto al rosso... certo, ci avevo pensato, e sarebbe stato anche giusto. Purtroppo, a sfumare il rosso sono negato, ottengo sempre & solo pastrocchi rosati :-(

      Anni '80 forever!

      Elimina
    2. In effetti servirebbe un simbolo di pericolo: metti che un incauto si avvicini... :D

      Elimina
    3. ... come quando avevamo TUTTI i rivestimenti del tetto in amianto: mica avevi un teschio sulla porta di casa... si faceva per divertirsi, suvvia :-D

      Elimina

Edited by K.D.. Powered by Blogger.